Maggiori aggiornamenti sui social

Elisabetta Feruglio
Blog
  • Comunicare...

Vero Zafferano è una realtà molto particolare. L’idea nasce dalla titolare, Aurora Azzurra Gregorutti, che per la sua azienda non solo ha imparato a coltivare lo zafferano ma anche a decorare a mano splendide confezioni regalo interamente realizzate con materiali naturali. La difficoltà nella comunicazione del progetto è stata principalmente data dai due ambiti in cui questa si trova ad operare: l’agricoltura sostenibile e i cadeaux per matrimoni, battesimi ed eventi. Due mondi molto diversi tra loro per i quali bisognava trovare un punto d’incontro. Con Aurora ci siamo confrontate a lungo anche se poi la risposta alle nostre domande era davanti agli occhi: la natura, in tutta la sua bellezza e generosità. Da qui, sia il sito che il materiale istituzionale è venuto… naturalmente! (EF Copywriting per Vero Zafferano – Udine).

Il SEO è una delle attività di copy che adoro perchè, come prima cosa, devi essere capace di immedesimarti nelle persone che potrebbero essere interessate al tuo prodotto. Devi individuare quali domande questi possono chiedersi e poi con quali parole potrebbero cercarle sul web. Si, sono le famose keywords (che adesso però sono spesso sostituite dalle keysentences) che, una volta individuate, bisogna analizzare. Poi, se ad esempio per la pagina di un sito web, ci sono i tag title, i tag keywords, il tag description, il titolo h1, il body e se sei fortunato c’è anche l’additional 1. Dentro la pagina, il lavoro è incessante: bisogna lavorare con le parole, con i loro sinonimi, posizionarle in punti esatti, creare link con certe modalità senza dimenticare la sintassi e soprattutto il contenuto che deve essere interessante e ben presentato. E contemporaneamente devi essere sempre aggiornato perchè le regole cambiano… Comunque rimane per me un esercizio entusiasmante e un lavoro profondamente utile alla promozione dei miei clienti.

Scrivere una prefazione ad un libro, un saggio o ad una pubblicazione aziendale è un attività delicata: è possibile, infatti, che chi la legge decida proprio da quelle poche righe se andare avanti o meno. Solitamente, quando mi chiedono una prefazione io ricerco la brevità e i motivi validi per i quali il testo merita di essere letto. Facendo così non sbaglio mai: non annoio e in più do uno strumento valido alla valutazione. Per la casa editrice L’Orto della Cultura ho appena scritto una prefazione per il libro di Edda Fonda ‘Le fate non ballano più da sole’, dedicato a Caterina Percoto. Se volete vedere la mia idea di prefazione, vi invito a leggerlo: non ve ne pentirete! (EF Copywriting per L’Orto della Cultura, Udine).

Organizzare il piano editoriale e scrivere i testi per la brochure di presentazione di un nuovo software: spiegare in che cosa consiste, come funziona, quali sono le sue peculiarità… e tutto questo ad un pubblico di specialisti. Ovviamente non è una cosa banale ma l’esperienza insegna come fare. Come prima cosa, fondamentale è il brief del cliente e la sua disponibilità a rispondere alle domande che nel procedere del lavoro nascono frequenti. Poi c’è la ricerca sul campo, per raccogliere la nomenclatura e capire come nel settore generalmente si parla di questo argomento: qui bisogna mettere insieme e vagliare molto materiale per entrare nella materia e crearsi il proprio stile. Poi c’è la ‘prova pratica’ con un referente di fiducia che lavora nel settore per vedere se tutto fila, se non ci sono ‘ingenuità’ e se ci sono tutte le risposte alle domande del potenziale cliente. E’ bello quando alla fine il lavoro riesce bene… (EFCopywriting per Progetto Nachste).

Come mantenere attiva la comunicazione con i propri pazienti in un momento così particolare come una pandemia? Il problema si è sentito in modo particolare negli studi odontoiatrici costretti a rimanere a disposizione solo per le urgenze. Per sostenere lo Studio Associato Rieppi e Zangrando abbiamo deciso di ‘osare’, aprendo nuovi canali che prima erano stati esclusi in quanto ritenuti non in linea con la filosofia aziendale. L’abbiamo fatto con estrema cura, attenzione, dosando ogni parola ed analizzando ogni immagine pubblicata. Sono stati incentivati i canali di newsletter e soprattutto aperta una pagina Facebook che è stata creata in totale sinergia con lo staff. La bellissima sorpresa, oltre alla grande partecipazione di tutti i pazienti, è stato un maggior coinvolgimento di tutte le persone che lavorano nello Studio e che, sentendosi coinvolte, hanno creato legami ancora più profondi e collaborativi di quelli già esistenti (EFCopywriting per Studio Odontoiatrico Rieppi e Zangrando, Udine).

Il Payoff è la ‘frase’ che solitamente si trova sotto il nome del brand e ne completa l’identità aziendale. E’ un testo breve che descrive ma, al tempo stesso, ispira. Per Tralci di Vita, una nuova start up friulana molto particolare, creare il payoff è stata un’esperienza particolare e molto appagante. Tralci di Vita è un’azienda vitivinicola nata dalla passione del suo fondatore che ancora cura le vigne e l’uva solo con metodi manuali e praticamente ‘vive’ tra i suoi filari tra i quali trova sempre qualche cosa da fare o da migliorare. L’attaccamento alla terra è assoluto e sincero, come il rispetto per i vigneti e il vino. ‘Dalla nostra terra, l’anima sincera del vino’… un payoff già scritto nell’anima dell’azienda (EF Copywriting & Iosystems per Tralci di vita).

 

I redazionali sono un mezzo di comunicazione molto efficace: giornali, riviste, magazine, testate di settore… questi articoli più o meno lunghi appaiono un po’ ovunque e, se scritti bene e soprattutto con lo stile giusto per chi li legge, possono veicolare notizie importanti e decisive all’acquisto. Per il redazionale DOME Security Technology e Mondialpol destinato all’inserto Fiera della Casa Moderna edizione 2019, sono andata a ‘indagare’ sulle loro novità, rimanendo io stessa affascinata dalle soluzioni proposte: il riconoscimento facciale e le casseforti intelligenti… scrivendolo, anche io mi sono riproposta di andare a vedere… (EF copywriting per DOME Security Techonolgy e Mondialpol).

Informare, comunicare nuovi prodotti utili all’utenza, dare consigli che effettivamente aiutano a lavorare meglio: questa è la funzione corretta della newsletter e quella che adesso, finalmente, torna di nuovo in auge. Per anni, purtroppo, questo potente mezzo di comunicazione è stato spesso solo un mezzo per ‘pressare’ le persone, presentandosi anche ogni giorno nelle mail di affaticati professionisti. Quanto tempo perso a buttarle via (senza dimenticare il tempo perso a farle)! Ma quel tempo sembra passato e io ne sono lieta: per la ditta Conte Colori di Udine abbiamo organizzato un servizio di newsletter utile e di facile consultazione, dove ogni persona può trovare facilmente quello che cerca. E niente di più (EF Copywriting per Iosystems – Udine).

I ‘nuovi’ siti web sono molto diversi da quelli che si facevano fino a qualche tempo fa: adesso l’utente vuole navigare in libertà, saltare da un argomento all’altro senza troppi pensieri, vedere subito quello che interessa senza perdere un minuto… e tutto questo in un ambiente colorato e invitante. Per la Distilleria Andrea Da Ponte di Conegliano abbiamo creato un sito ad arte, dove è veramente bello ‘stare’ cliccando qui e la alla scoperta di nuovi argomenti. Personalmente mi sono divertita molto nello scrivere i testi perché ho dovuto rispettare lunghezze (o microlunghezze) precise, capire come dividere un testo che doveva apparire una parte in una pagina, tre quarti in un’altra e tutto intero in un’altra ancora, dividere argomenti in box e sottotitoli… ma il risultato mi sembra più che buono. Cliccate subito su www.daponte.it (EFCopywriting per Iosystems, Udine).